Giacomo Tantillo omaggia la tradizione delle bande con il nuovo album Bandistikamente

16/02/2024 68 0 0

Dopo l’uscita in digitale, esce anche nei negozi Bandistikamente, l’omaggio di Giacomo Tantillo ai mille colori della tradizione bandistica che il musicista e trombettista siciliano ha compiuto rivisitandone le sonorità per narrare una storia nuova. Un lavoro frutto di anni di ricerche che vede il supporto alla produzione musicale e agli arrangiamenti di Roy Paci, presente ovviamente anche con la sua tromba in duetto con Tantillo. Al fianco di Tantillo la sua band, The Zisas: Michele Mazzola sax baritono, Salvatore Sciarratta trombone, Pietro Sardo euphonium, Fabio Giachino piano e tastiere, Riccardo Vinci basso elettrico e Cristin Martina batteria. Con la partecipazione straordinaria di Antonio Putzu a duduk e low whistle (track 5), dell’Ensemble Trombe Conservatorio A. Toscanini (track 1) e di Giuseppe Viscuso voce folkloristica (track 7).

Il videoclip che accompagna l’uscita è quello de L’Orientale, rivisitazione del celeberrimo brano di Nino Ippolito, la marcia sinfonica più significativa e più eseguita dalle bande musicali qui ripresa nell’interpretazione della Banda Musicale “Pietro Mascagni” di Bagheria mentre marcia tra i vicoli del Museo dell’Acciuga di Aspra e di Villa Cattolica a Bagheria.

In un continuo rimando tra passato e presente, le melodie omaggiano i ricordi della tradizione per poi mescolarsi con elementi folkloristici e riprendere vita arricchite dal sound funky, reggaeton e latin jazz. Una complessa prospettiva ritmica che si propone all’oggi, rinnovata dall’elettronica che ne amplia le sonorità e le possibilità espressive. Bandistikamente è un lavoro che, nell’unione di linguaggi differenti, aspira a riscoprire la tradizione e a regalarle nuove vesti. Con la passione di un grande omaggio a quella tradizione bandistica che è alla radice di tanta cultura musicale italiana.

Accanto ad una ritmica sempre piena di vita, centrale, inevitabilmente, la sezione fiati – sax baritono, trombone ed euphonium – che, con i suoi colori scuri, permette l’emergere luminoso della parte solistica affidata alla tromba.

È poi nella variazione dettata dall’improvvisazione, caratteristica essenziale del jazz, la trasformazione armonica delle marce per banda: la rigida classicità prende una piega differente, si apre all’innovazione e, improvvisando, esprime la propria identità, superandola in un inedito vortice sonoro.

E vedremo, quindi, il ritmo funky-pop, con tendenze niente po’ po’ di meno che alla musica dance, di Cuore abruzzese alternarsi al sound accogliente de Orientale che conduce l’ascoltatore verso un clima mistico, disegnato dalla staticità di un suono grave elettronico. Differente per Zingarella i cui suoni tracciano l’immagine di una processione scandita dalla “abbanniata”, quel tradizionale strillare da imbonitori dei mercati. Nei frammenti estrapolati dalle marce più conosciute, l’improvvisazione e la composizione risultano essere elementi di importante trasformazione, in cui strutture di accordi introducono il Jazz che si serve di fraseggi melodici della tradizione e, come in Ligonziana, si traduce in un duetto tra le trombe di Giacomo Tantillo e di Roy Paci.

Giacomo Tantillo

 

Nato dalla classica e approdato ben presto al Jazz, Giacomo Tantillo è un musicista curioso che da sempre ama spaziare fra i generi e le sonorità. Formatosi fra l’Italia e il Berklee College of Music di Boston, da sempre ha un’intensa attività concertistica che lo ha portato in paesi come America, Canada, Russia, Svezia, Israele, Belgio, Francia e Malta. Ha collaborato nel corso della sua carriera con Musicisti di calibro Nazionale e Internazionale come: Christian Mc Bride, Jon Faddis, Bob Mitzer, Marcus Miller, Anastacia, Kurt Elling, Dave Weckl, John Clayton, Ivan Lins, Tony Hadley, Malika Ayane, Cyrillie Aimèe, Ola Onabulè, Trijntje Oosterhuis, Max Gazzè, Francesco Buzzurro solo per citarne alcuni…

 

 

Ha suonato ed inciso con: Danilo Rea, Paolo Damiani, Enrico Rava, Paolo Fresu, Stefano Di Battista, Rita Marcotulli, Flavio Boltro, Rosario Giuliani, Javier Girotto, Giovanni Tommaso,  Flavio Boltro, Roberto Gatto, Francesco Cafiso, Nicky Nicolai, Fabio Zeppetella, Gianluigi Trovesi, David Kikosky, Maria Pia De Vito, Peppe Servillo, Raphael Gualazzi,  Furio Di Castri, Maurizio Giammarco, Stefano Bagnoli, Marcello Pellitteri, Denise King, Luis Bacalov, Paolo Belli, Luca Barbarossa, Mario Venuti, Roy Paci, Pee Wee Ellis, Ermanno Giovanardi La Crus, John Lee, Jimin Park, Vincenzo Mancuso, Orazio Maugeri, Tony Canto, Maurizio Filardo, Marco Masini, Luca Scorziello, Eros Ramazzotti, Gigi d’Alessio, San Giovanni, Achille Lauro, Articolo 31, Colpisce e Di Martino, Elodie, Tiziano Ferro, Lazza, Madame, Pinguini Tattici Nucleari, Tananai, Blanco, Diodato, Emma, Irama, Levante, Marracash, Mr. Rain, Paola e Chiara, Max Pezzali, Rkomi, Rocco Hunt, Lorenzo Fragola, Francesco Renga, Nek, Le Vibrazioni, Nina Zilli, Samuel, Alessio Bernabei, Francesco Gabbani, J-Ax, Fedez, Sergio Silvestre, Alessandra Amoroso, Boomdabash, Elisa, Umberto Tozzi, Raf, Guè Pequeno, Mahmood, Cheb Khaled, Ira Losco, The Travellers, Pippo Pollina.

Tags: album, arte, cultura, culturamusicale, musica, presentazione, videoclip Categories: GingerNews, Musica
share TWEET PIN IT SHARE share share
Related Posts
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *