Panorami sonori incontra i Nuovi percorsi sonori: A vele spiegate

05/10/2022 57 0 0

II edizione 2022 17 settembre – 8 ottobre 2022 

Sabato 8 Ottobre

Castello di Roppolo (BI)

Quarto ed ultimo appuntamento sabato 8 ottobre per Panorami Sonori, sezione autunnale della rassegna Suoni in movimento.  In programma  alle ore 18.00 il concerto A vele spiegate, una performance dedicato alle musiche di Johann Nepomuk Hummel, Gregorio Demaria e Ralph Vaughan Williams, che vedrà salire sul palco degli splendidi spazi del Castello di Roppolo il violino di Vittorio Sebeglia, la viola di Virginia Luca, il violoncello di Camilla Patria, il contrabbasso di Tommaso Fiorini ed il pianoforte di Stefano Musso. In Prima esecuzione assoluta In memoria di una naiade di Gregorio Demaria (1994). La particolarità di questa edizione di Panorami Sonori è, infatti, l’incontro con la felice esperienza dei Nuovi Percorsi Sonori, un progetto di N.I.S.I. ArteMusica realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Composizione del Conservatorio di Torino  che prevede la commissione di quattro brani in Prima assoluta, commissione che ha come filo rosso il prezioso tema dell’ecologia. Sotto l’ispirazione di questa suggestione Demaria si è posto delle domande sul rapporto fra musica, musicisti ed ecosistema: “Uno degli effetti più vistosi del cambiamento climatico è certamente il mutamento dell’ambiente che ci circonda. L’alterazione e la scomparsa degli ecosistemi in cui viviamo pone sempre più in crisi la secolare visione della natura come un oggetto statico. La nostra stessa percezione dell’esterno viene quindi a scontrarsi con dei nuovi “iperoggetti” (come li descrive Timothy Morton) viscosi e non-locali, all’interno dei quali viviamo senza poterli mai percepire interamente. Se Platone aveva ragione a dire che l’arte non è che mimesi della natura, come potranno gli artisti e le artiste di oggi rispondere a questo nuovo paradigma?”.

In programma, come si anticipava, anche il Quintetto in Mi Bemolle minore Op. 87 di Johann Nepomuk Hummel (1778-1837), brano elegante e raffinato dai temi vigorosi, intensi e da interessanti combinazioni timbriche. E’, inoltre, articolato in quattro movimenti dove il pianoforte è sempre il brillante protagonista: Allegro e risoluto assai – Minuetto e trio. Allegro con fuoco – Largo – Finale. Allegro agitato.
E, per concludere, il Quintetto in Do minore del compositore britannico, autore di sinfonie, musica da camera, opere liriche, musica corale e colonne sonore Ralph Vaughan Williams (1872-1958), che si compone di tre parti: Allegro con fuoco – Andante – Fantasia (quasi variazioni). Moderato. 

Panorami sonori, che l’anno scorso ha registrato sempre un tutto esaurito, è una rassegna totalmente under 35 con uno spazio dedicato alla nuova creatività musicale. Under 35, infatti, sia la direzione artistica dedicata, che vede proprio per questo mese di programmazione Elena Ballario e Sergio Patria (direttori artistici di Suoni in Movimento) passare il testimone a Camilla Patria e a Tommaso Fiorini – direttori artistici della Sezione Giovanile dell’Associazione N.I.S.I. ArteMusica, organizzatrice della rassegna; under 35 i musicisti interpreti di ciascun concerto; infine under 35 i compositori dei brani in Prima esecuzione assoluta che campeggeranno in ciascuno dei quattro appuntamenti in programma.

Il contesto è quello, magico e spettacolare, del Castello di Roppolo che ospiterà anche quest’anno l’intera iniziativa mettendo a disposizione la sala per i concerti e il pianoforte incorniciando con la sua storia la preziosità di quattro concerti mirabilmente costruiti fra grande tradizione e un affascinante futuro prossimo, tutti giocati sulla delicatezza del concetto di musica da camera, di quella musica che, come alle sue origini, vive di un ambiente intimo in cui non esiste una netta separazione fra musicisti e pubblico. Proprio in ragione di questa linea, quella dell’abbattimento delle barriere fra musicisti, compositori e pubblico, ogni concerto si concluderà con una Cena green con l’artista in collaborazione con ristoranti ed agriturismi che da anni fanno un raffinato lavoro di selezione sui prodotti tipici del territorio e sulla qualità delle proprie scelte.

Panorami sonori è realizzato in collaborazione con Slowland Piemonte, grazie all’impegno del suo Presidente e Delegato alla Cultura del Comune di Roppolo Pancrazio Bertaccini, e soprattutto in collaborazione con la proprietà del Castello che ha creduto da subito nell’iniziativa mettendo a disposizione la splendida sala per i concerti e il pianoforte.

Castello di Roppolo
Il Castello di Roppolo domina sul Lago di Viverone e sul territorio circostante, da ciò che resta del Castello di Viverone alla serra di Ivrea, dalle montagne della Val d’Aosta al colle di Masino. Da oltre mille anni, con la magnificenza acquisita sotto la potente famiglia dei Bichieri (quella di Guala Bichieri, fondatore dell’abbazia di Sant’Andrea a Vercelli) ancora ben visibile nell’ala duecentesca, il castello ha un collegamento forte con il mondo del vino e della viticoltura: lo stemma della famiglia ha infatti tre bicchieri riempiti di vino, sotto al cappello cardinalizio del cardinale vercellese.

Dal Quattrocento alla Rivoluzione Francese i signori del castello furono i Valperga; è proprio Ludovico Valperga, Signore di Roppolo, a dar origine a una delle tante leggende legate al castello: si racconta che dopo aver ucciso il rivale Bernardo di Mazzè, lo murò vivo qui. L’aspetto rinascimentale del castello è voluto proprio dalla famiglia Valperga.

Nel 1909, nell’antica sede della Cooperativa Consorziale Lessonese si riunirono i viticoltori, fondando anni dopo l’Enoteca Regionale della Serra, che per 34 anni fino al 2015 ebbe sede al Castello di Roppolo, ora di proprietà privata.

Vittorio Sebeglia nato nel 1990 inizia gli studi di violino all’età di otto anni e all’età di dodici anni viene ammesso al conservatorio “G. Verdi” di Torino ed entra nella classe del M° Sergio Lamberto, diplomandosi nel 2013. Consegue poi nel 2017 il diploma accademico di II livello con il massimo dei voti. Durante il suo percorso di studi è stato primo violino di spalla dell’Orchestra del Conservatorio  “G. Verdi” di Torino diretta dal M° Giuseppe Ratti. Con questa orchestra ed in tale ruolo ha tenuto concerti ed eventi importanti nell’ambito musicale torinese, gli ultimi sono stati la registrazione dell’Inno di Torino Capitale Europea dello Sport 2015 e l’accompagnamento della celebrazione liturgica del Santo Padre Papa Francesco del 21 giugno 2015 avvenuta in Torino e trasmessa in mondovisione. Con la stessa orchestra nel 2017 si è esibito come solista eseguendo il Concerto n. 5 per violino e orchestra in La Maggiore K 219 di W. A. Mozart nel salone concerti del conservatorio ed eseguendo la colonna sonora del film Schindler’s List di John Williams nell’Auditorium “G. Agnelli” del Lingotto. Ha frequentato masterclass solistiche, cameristiche e orchestrali con i Maestri Salvatore Accardo, Shlomo Mintz, Vadim Brodsky, Amiram Ganz, Francesco Manara, Bruno Giuranna, Eva Bindere. Nel 2008 ha vinto un’audizione che gli ha consentito l’ingresso nell’Orchestra Sinfonica di Rivoli. Nel 2010 ha partecipato con l’orchestra Master dei Talenti di Fondazione Cassa di Risparmio CRT al Progetto Diderot organizzato dalla fondazione CRT, che gli ha permesso tournée e concerti in ogni capoluogo piemontese.  Nel 2012 è stato vincitore di una borsa di studio che gli ha permesso di entrare a far parte degli undici archi dell’Orchestra Filarmonica di Torino. Nel 2015 è risultato idoneo ad un’audizione che gli ha permesso l’ingresso nell’Orchestra Accademia Teatro alla Scala di Milano, orchestra giovanile del Teatro alla Scala con la quale ha tenuto concerti nei più prestigiosi teatri italiani quali il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro San Carlo di Napoli, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Teatro Bellini di Catania, il Teatro Grande di Brescia, il Teatro Donizetti di Bergamo, il Teatro Delle Muse di Ancona e l’Auditorium RAI di Torino e collaborando con direttori quali i Maestri Zubin Metha, Fabio Luisi, David Coleman, Stefano Ranzani, Pietro Mianiti, Roland Böer, Manfred Honeck. Fino al 2021 è stato membro del quartetto Res, formazione di musica da camera con cui ha vinto nel 2017 il primo premio assoluto alla 29th European Music Competition “Città di Moncalieri”, nel 2018 il secondo premio al concorso internazionale “Gaetano Zinetti” di Sanguinetto (Verona), e nel 2021 il primo premio assoluto alla 32nd European Music Competition “Città di Moncalieri”, edizione per i vincitori assoluti delle edizioni 2015-2019. Collabora attivamente con l’Orchestra Filarmonica di Torino, con l’orchestra Archi dell’associazione “De Sono” e con l’Orchestra Accademia Teatro alla Scala di Milano.

Virginia Luca si diploma in violino e in viola presso il Conservatorio G. Verdi di Torino e successivamente consegue il Master of Arts in Music Performance presso Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano nella classe del Maestro Yuval Gotlibovich. Si perfeziona successivamente con il Maestro Giuranna presso l’Accademia W. Stauffer di Cremona, con i Maestri Enrico Carraro e Armando Barilli presso la APM di Saluzzo e con i violisti Ula Ulijona Zebruinate, Pierre-Henri Xuereb, Danusha Waskiewicz, Paul Cortese e Lawrence Dutton. 

Nel 2013 insieme alla violinista Mariechristine Lopez ed il violoncellista Fabio Fausone fonda il Trio Quodlibet con il quale si perfeziona in ambito cameristico presso l’Accademia W. Stauffer di Cremona sotto la guida del Quartetto di Cremona e presso i corsi della Jeunesses Musicales Deutscheland a Weikersheim. Si perfezionano inoltre con Belcea Quartet, Cuarteto Casals, Vogler Quartet, Heime Muller, Hariolf Schlichtig, Rudens Turku, Bruno Giuranna e Dirk Mommertz. Attualmente il Trio Quodlibet ha una carriera professionale avviata con il quale si esibisce regolarmente in importanti rassegne concertistiche e festival nazionali ed internazionali collaborando con importanti artisti come Andrea Rebaudengo e Rudens Turku.  Dal 2016 sono il primo trio d’archi ad entrare nel circuito de Le Dimore del Quartetto che tutt’ora li sostiene. Nel 2012 vince la borsa di studio Crescendo in musica offerta dall’Orchestra Filarmonica di Torino e dalla Fondazione CRT grazie alla quale si esibisce con gli Archi della Filarmonica e come solista. Nel 2015 riceve una borsa di studio dal Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano. Nel 2017 riceve con il Trio Quodlibet la borsa di studio “Lili Comparini” offerta dal Dott. Comparini in collaborazione con le Dimore del Quartetto. Nel 2018 riceve la borsa di studio Obiettivo Orchestra della Filarmonica del Teatro Regio di Torino e con il Trio Quodlibet una borsa di studio dal Club Rotary di Cremona. Nel 2009 vince l’audizione per l’Orchestra Nazionale dei Conservatori d’Italia. Con il Trio Quodlibet ottiene nel 2016 il Primo Premio all’ European Chamber Music Competition di Moncalieri, il Secondo Premio Tina Anguissola Scotti al Valtidone International Chamber Music Competition, il Premio Speciale della Giuria al Coop Musica Awards Competition di Cremona; nel 2018 il Secondo Premio al concorso cameristico Massimiliano Antonelli di Latina. Sempre con il Trio Quodlibet consegue per due anni consecutivi il Diploma d’Onore presso l’Accademia Chigiana di Siena. Virginia collabora nell’ambito orchestrale con l’Orchestra e la Filarmonica del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra della Filarmonica di Torino, I Pomeriggi di Milano, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orchestra Milano Classica, l’Orchestra Cherubini, l’Orchestra des Hautes Alpes Françaises. Dal 2017 collabora con l’ensemble di musica contemporanea Sentieri Selvaggi sotto la direzione di Carlo Boccadoro.

Camilla Patria inizia gli studi di Violoncello al Conservatorio di Torino nel 2006 con il padre e poi con Massimo Macrì, diplomandosi nel 2014 con Lode. Prosegue i suoi studi presso il CSI di Lugano con Enrico Dindo, conseguendo nel 2017 il Master of Arts in Music Performance e presso il Conservatorio di Torino ottenendo nel 2020 il Diploma Accademico di II livello in Musica d’Insieme con Lode. Si è esibita come solista con orchestre quali Orchestra Filarmonica di Stato di Craiova, Orchestra Camerata Ducale di Vercelli, Orchestra Camerata Vienna e Orchestra di Sanremo interpretando l’Adagio con Variazioni di O. Respighi e i due concerti di F. J. Haydn. Si è perfezionata come solista e camerista con artisti di chiara fama quali: Bruno Canino, Bruno Giuranna, Natalia Gutman, Thomas Demenga, Umberto Clerici, Enrico Bronzi, Lukas Hagen, Andrea Lucchesini, Enrico Pace.  Nel 2015 vince il Primo Premio al Premio Crescendo VI edizione – Sez. Archi. Nel 2015 e 2016 vince la borsa di perfezionamento “Talenti Musicali, Fondazione CRT”.  Nel 2017 partecipa come borsista a “Professione Orchestra” realizzato dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, e “Obiettivo Orchestra” della Filarmonica del Teatro Regio di Torino, vincendo per quest’ultimo l’audizione finale come prima idonea. Risulta idonea alle audizioni presso Orchestra I Pomeriggi Musicali (2019), Orchestra Regionale Toscana (2018), Orchestra Giovanile Italiana (2014). Collabora con varie realtà quali l’ensemble Sentieri Selvaggi, l’Orchestra Teatro Regio Torino, l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra I Pomeriggi Musicali, LaFil Filarmonica di Milano, l’Orchestra Camerata Ducale, l’Orchestra del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo, l’Orchestra Filarmonica di Torino, la Filarmonica Ettore Pozzoli. Nel 2019 fonda il Duo InContra insieme al contrabbassista Tommaso Fiorini, con il quale ha all’attivo numerosi concerti per importanti organizzazioni quali MantovaMusica, LakeComo Festival, MiTo Settembre Musica, BrianzaClassica, A.Gi.Mus di Firenze, Roma e Grosseto, Associazione Cameristica di Varese. Hanno ottenuto il Primo Premio Assoluto al Premio Crescendo 2020 – Sezione Musica da Camera, il Primo Premio al 22° Concorso Musicale Premio Placido Mandanici ottenendo anche il Premio Speciale Michele Giamboi per aver dato “maggior prova di sensibilità interpretativa e dedizione verso l’arte musicale” e il Primo Premio al MAP International Music Competition 2021 (Los Angeles, USA) per la sezione Musica da camera – Duo. Dal 2020 è membro del Morgen Piano Trio con il violinista Nicola Marvulli e la pianista Tiziana Columbro.  Numerose le loro esecuzioni in prestigiose sedi in Italia e all’estero, tra cui il Musikverein di Vienna, in Spagna l’Ateneo Musical de Burgos, l’Ateneo Musical Mirandés (Miranda de Ebro), la Sociedad Filarmonica Castellana de Aranda de Duero, in Italia l’Accademia Filarmonica di Messina, la Fondazione Franco Michele Napolitano di Napoli, il Festival Caelium Classica contemporanea di Ceglie Messapica, la Camerata Musicale Salentina. Dal 2021 il gruppo si perfeziona con il M.o Antonio Valentino. Dal 2021 coordina la direzione artistica della rassegna concertistica Panorami sonori e del Progetto Giovani della rassegna Suoni in movimento – Percorsi sonori nella rete museale biellese all’interno dell’associazione Nuovo Insieme Strumentale Italiano.

Tommaso Fiorini: Intraprende lo studio del contrabbasso presso la Scuola Civica di Musica di Milano con P. Rizzi, diplomandosi nel 2017 con lode e Menzione d’onore. Nel 2020 consegue il Diploma Accademico di II livello al Conservatorio di Torino con D. Botto ottenendo il massimo dei voti e la lode. Nel 2016 vince l’audizione come primo contrabbasso per l’Orchestra dei Conservatori della Lombardia e del Canton Ticino promossa da I Pomeriggi Musicali. Nel 2017/18 e 2018/19 partecipa a “Obiettivo Orchestra”, corso annuale di perfezionamento sul repertorio d’orchestra realizzato dalle prime parti della Filarmonica del Teatro Regio di Torino, superando l’audizione finale in qualità di primo idoneo per due anni consecutivi e avendo dunque modo di collaborare con la Filarmonica TRT in forma di apprendistato per due stagioni. Nel 2018 ottiene il primo premio al Premio Nazionale delle Arti per la sezione contrabbasso. Ha ottenuto l’idoneità nel ruolo di contrabbasso di fila alle audizioni presso Orchestra Teatro Regio Torino, Orchestra dell’Arena di Verona, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra I Solisti Aquilani, Orchestra 1813 del Teatro Sociale di Como. Dal 2018 collabora assiduamente in qualità di primo contrabbasso con l’Orchestra Camerata Ducale di Vercelli, contrabbasso di fila e primo contrabbasso presso LaFil Filarmonica di Milano, contrabbasso di fila presso Filarmonica e Orchestra Teatro Regio Torino, contrabbasso di fila e primo contrabbasso presso Orchestra 1813 del Teatro Sociale di Como, primo contrabbasso presso Orchestra Talenti Musicali dell’Accademia Perosi, primo contrabbasso presso Orchestra Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Ha collaborato inoltre con Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Antonio Vivaldi, Orchestra Bruni di Cuneo, Orchestra Barocca Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, mdi ensemble. Nel 2021 viene scelto dal M° Donato Renzetti come solista per gli esami finali dei suoi allievi dell’Accademia di Direzione d’Orchestra presso l’Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Insieme alla violoncellista Camilla Patria forma il Duo InContra con cui ottiene il Primo Premio Assoluto al Premio Crescendo 2020 – Sezione Musica da Camera, il Primo Premio al 22° Concorso Musicale Premio Placido Mandanici – ricevendo  anche il Premio Speciale Michele Giamboi, il Primo Premio presso MAP International Music Competition 2021 (Los Angeles, USA) per la sezione Musica da camera – Duo. Si è perfezionato con artisti di chiara fama quali Francesco Siragusa, Thomas Martin, Tim Cobb, Jeff Bradetic, Catalin Rotaru, Wies De Boevé, Francesco Platoni, Samuele Sciancalepore, Gaetano Siragusa. 

Stefano Musso, giovane promettente pianista italiano, è attivo sia come solista che come camerista. Con interessi poliedrici, è impegnato in diversi progetti divulgativi, appassionato di ricerca e musica contemporanea e dal 2015 Direttore Artistico de “Gli Accordi Rivelati”, rassegna internazionale di musica da camera. Negli ultimi anni Stefano ha suonato come solista con la “Sinfonieorchester Basel” e con l’Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte, passando dal Musical Theater di Basilea fino al suo debutto nella Gläserner Saal del Musikverein di Vienna. L’impegno come camerista è sempre stato centrale nella sua attività; insieme al Nepomuk Ensamble è ospite regolare nella Mozarthaus di Vienna, mentre le numerose collaborazioni in quartetto con il Quodlibet Trio, in duo con il violinista cileno Bastien Loewe o con il violoncellista Guillermo Pastrana lo vedono presente in alcune delle principali stagioni italiane ed estere. Stefano si è avvicinato al pianoforte all’età di otto anni, debuttando a 14 come solista con orchestra. In breve tempo viene ammesso al Conservatorio di Torino nella classe del M. Claudio Voghera, con cui si diploma col massimo dei voti e la lode nel 2011. Prosegue quindi i suoi studi presso l’Accademia di Musica di Pinerolo con i M. Stellini e De Maria, e successivamente nell’”Hochschule fur Musik” di Basilea, in Svizzera. Nel 2017, dopo un percorso di quattro anni con il M. Filippo Gamba, Stefano ottiene il “Master di interpretazione musicale specializzata”; la sua permanenza a Basilea, in Svizzera, è stata sostenuta dalla DeSono Associazione per la Musica. Nel corso degli anni, Stefano è venuto a contatto con alcune delle personalità più influenti del panorama internazionale; Aldo Ciccolini, Andràs Schiff, Benedetto Lupo, Fabio Bidini ed Alexandar Madzar sono quelli che più ne hanno stimolato la formazione musicale.

Informazioni:

– L’accesso ai concerti l’accesso ai concerti è consentito nel rispetto della normativa vigente anti contagio da Covid 19 in vigore e successivi aggiornamenti

– È consigliata la prenotazione per il concerto tramite SMS o Whatsapp al numero telefonico 370.3031220 oppure all’indirizzo mail segreteria@nuovoisi.it entro le ore 12.00 del giorno del concerto

Costo del biglietto con assegnazione del posto: intero € 10,00 – ridotto € 7,00

Biglietto ridotto per residenti nel Comune di Roppolo, giovani under 35 e convenzioni

Ingresso gratuito per i minori di 12 anni

– Tesseramento annuale a sostegno dell’attività di N.I.S.I.ArteMusica €20,00.

Per effettuare il tesseramento comunicare al numero di telefono o alla mail sopra indicati i dati anagrafici al fine della preparazione della modulistica necessaria e della tessera che sarà consegnata nelle date dei concerti.

 

Informazioni N.I.S.I.ArteMusica

Cell. 370/3031220 – 333/8180066

www.suoniinmovimento.it

segreteria@nuovoisi.it

facebook: Suoni in Movimento – Rete Museale Biellese

Instagram: @suoni_in_movimento

Per i vostri soggiorni nel Biellese: www.atl.biella.it/dove-dormire – www.https://www.atl.biella.it/dove-mangiare

 

Tags: avelespiegate, Concerto, musica, panoramisonori, Suoniinmovimento Categories: Musica
share TWEET PIN IT SHARE share share
Related Posts
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *