Quando a Suoni in Movimento 2024 il Concerto è à la carte

11/07/2024 38 0 0

In programma anche la visita guidata alla Mostra Selvatica e l’Aperitivo a cura di Slow Food Travel Montagne Biellesi.

Sabato 13 luglio per Suoni in Movimento in programma un Concerto à la carte (ore 19.00): nel senso letterale del termine. Protagonista il pianista Antonio Di Cristofano che, affiancato dall’attore Fabio Cicaloni al quale sarà affidata la spiegazione del menù, offrirà un concerto in 15 brani che, come veri e propri piatti, saranno scelti direttamente dal pubblico, ovviamente da un menù proposto, come in ogni Ristorante che si rispetti: in una precisa logica di partecipazione e scambio fra artisti e pubblico che è uno dei pilastri di questa edizione. Alle 18.00, per il pubblico prenotato al Concerto, in programma anche la visita guidata alla Mostra Selvatica.

Al termine del concerto (ore 20.15) è previsto un aperitivo a cura di Slow Food Travel Montagne Biellesi un menù di degustazione dei prodotti locali, per rafforzare il lavoro congiunto di associazioni che hanno l’obiettivo di promuovere il territorio biellese ricco di identità, storia, tradizioni,  architettura, bellezze naturali e di opportunità rivolte al turismo di qualità che ne sta prendendo consapevolezza e raggiunge le località del territorio.

 

Ricordiamo questa Rassegna è realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, così come con i contributi di Regione Piemonte, Fondazione CRT, Provincia di Biella, oltre ovviamente agli sponsor che supportano l’iniziativa. Tutti a diverso titolo sempre più consapevoli – fra questi proprio Fondazione CRB – del valore e dell’evoluzione di una rassegna che sta contribuendo da anni alla crescita culturale e non solo del territorio, ma anche e soprattutto dei giovani.

Da un’idea di Antonio di Cristofano nasce Concerto à la carte, in cui la sala da concerto si trasforma in un improbabile ristorante, con un menù nel quale non trovano posto piatti da mangiare, bensì musiche per ristorare lo spirito. Il maestro di Cristofano propone tre antipasti, primi, secondi, dolci e caffè per un totale di 15 brani a memoria da cui il pubblico in sala deciderà cosa ordinare. Sarà lo stesso maestro, chef per un giorno, a cucinarli espressi per i clienti. Fabio Cicaloni, artista eclettico, vestirà i panni di un maitre in livrea che, oltre a spiegare e presentare i “piatti”, intratterrà i clienti del “ristorante degli Industri” con aneddoti, storie e poesie, regalando sorrisi, pensieri nostalgici, risate e tante emozioni. Un connubio di arti è ciò che questo spettacolo si propone di offrire, uno spazio temporale in cui lo spettatore potrà nutrire lo spirito attraverso la musica e il teatro, con la raffinata eleganza della musica classica e la sapiente leggerezza del teatro comico. Tanti i sapori e le emozioni che i due artisti intendono donare attraverso le musiche e i racconti nostalgici e rocamboleschi dei pranzi in famiglia, delle tradizioni culinarie italiane, senza però mai scadere nella becera volgarità. Ce ne è per tutti i gusti, insomma, a Palazzo Gromo Losa, sia per coloro che amano la musica classica, sia per chi vuole avvicinarsi all’ascolto di compositori eccelsi in punta di piedi per il timore di annoiarsi o di non comprenderli.   

 

Programma

 

Antipasti  

Robert Schumann – Arabesque op. 18  

Johannes Brahms – Intermezzo op. 118 nr.2 

Sergej Rachmaninoff – Elegia op 3  

 

Primo  

Wolfgang Amadeus Mozart – Sonata in do magg.  K330

Ludwig van Beethoven – Sonata in do min. op. 13  

Franz Schubert – Sonata in La minore op.164

 

Secondo  

Franza Liszt – Vallée d’Obermann  

Frédéric Chopin – Polacca Fantasia op. 61  

Frédéric Chopin – Ballata op. 52  

 

Dolce  

Frédéric Chopin – Notturno op. 9 n. 2  

Franz Schubert – Improvviso op. 90 n. 3 

Sergej Rachmannoff – Preludio op. 23 n. 4  

 

 

Caffe  

Sergej Rachmaninoff – Preludio op. 32 n. 12  Alexandr Scriabin – Preludio mano sinistra op. 9 

Frédéric Chopin – Valzer in Reb magg. 

 

Borgo storico del Piazzo – Palazzo Gromo Losa

Un gioiello nel cuore di Biella Piazzo. Situato nel cuore del borgo storico di Biella Piazzo, Palazzo Gromo Losa è un moderno centro espositivo ma anche un originale contenitore di progetti culturali e sociali di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, che ha acquisito l’immobile nel 2004 promuovendone il completo restauro. Gli spazi espositivi ospitano periodicamente mostre di arte e fotografia, spesso realizzati insieme ai vicini palazzi Ferrero e La Marmora, con i quali Palazzo Gromo Losa costituisce il Polo Culturale di Biella Piazzo. Fiore all’occhiello del palazzo è sicuramente il giardino all’italiana dedicato al tema della rosa, realizzato nel 2012 dal mecenate biellese Emanuele Rosa e oggi curato da Palazzo Gromo Losa Srl. Rose di varie specie ornano un lungo pergolato al centro del giardino richiamando la trama e l’ordito di un tessuto. Al centro delle aiuole, bordate da basse siepi di bosso, sono collocati bacini d’acqua mossi da getti schiumeggianti. Le rose e le altre specie botaniche presenti assicurano una fioritura costante da maggio a novembre.

La storica cornice di Biella Piazzo si veste a festa per celebrare il decimo anniversario dell’evento biennale “Selvatica – Arte e Natura in Festival” organizzato da Palazzo Gromo Losa Srl e ideato da E20Progetti e da Fondazione Cassa di Risparmio di Biella interamente dedicato alla natura e all’ambiente che riunisce artisti, fotografi, creativi e ricercatori in un insieme di proposte che coniugano mostre di pittura, fotografia, scultura, laboratori didattici ed eventi collaterali con un unico fine: la salvaguardia e la tutela dell’ambiente. 

 

I protagonisti

Antonio Di Cristofano ha conseguito il diploma di Pianoforte nel 1986 al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida del maestro Antonio Bacchelli e si è successivamente perfezionato con il maestro Massimiliano Damerini. Si è esibito in prestigiose istituzioni italiane e sui palcoscenici di mezzo mondo, collaborando con tantissimi direttori e prestigiose orchestre. Dopo aver debuttato nel 2006 con gran successo nella Weill Hall a New York, si è esibito nell’Isaac Stern Auditorium nella Carnegie Hall con la New England Symphony riscuotendo ampi consensi. Di notevole prestigio anche il debutto nella Sala Grande del Konzerthaus a Vienna con la Wiener Mozart Orchestra nel 2006, a cui è seguito nel 2007 un concerto nella Golden Hall del Musikverein. Ha tenuto masterclass per il Conservatorio Ciaikovsky di Mosca, per l’Accademia di Dubrovnik, per molte Università americane. Ha inciso per la Velut Luna e Millenium. E’ regolarmente invitato in giurie di concorsi pianistici internazionali e ha ricevuto dal Rotary Club il premio per la cultura Paul Harrys Fellow per tre volte. È professore ospite al Conservatorio di Xiamen (Cina) e professore all’Accademia estiva Orpheus di Vienna. Nel 2018 ha ricevuto il Grifone d’Oro, la più alta onorificenza dalla Città di Grosseto. 

 

Fabio Cicaloni, classe 1972, debutta nel mondo della musica a soli 14 anni e si dedica da subito all’arte del canto, studiando con bravissime maestre come Cleofe Arguello, Lella Gaby e Elena Vivaldi. All’età di 19 anni vince il Premio Musicultura come migliore tendenza della musica d’autore, collaborando con artisti come De André, Branduardi, Ruggeri, Toquinho, Fossati e Battiato. In quegli stessi anni comincia i suoi studi teatrali frequentando i corsi del Laboratorio di arti sceniche a Roma, diretto da Gigi Proietti e Annabella Cerliani, conoscendo, inoltre, i suoi due veri maestri: Anna Marchesini e Paolo Poli. Incide diversi dischi come solista, collabora con nomi di rilievo del panorama musicale e partecipa a diverse trasmissioni televisive. Fonda una sua compagnia teatrale e dal 2012 la decisione di una formazione di soli uomini che porta il suo nome: I Teatranti di Fabio Cicaloni. Mentre nella vita porta avanti la sua professione di docente di lingua e cultura tedesca, il resto del suo tempo lo impiega in spettacoli teatrali pluripremiati e riconosciuti a livello nazionale. Innumerevoli i premi come miglior attore e regista che lo consacrano come “Cantattore”. Dal 2006 inizia a condurre laboratori teatrali per studenti, con l’idea di aiutare i giovani a vincere la battaglia contro l’ansia. Dal 2010 è direttore artistico della rassegna del Teatro della scuola – Premio città di Grosseto e dal 2012 porta in scena classici del teatro italiano e non solo in tutta Italia. Dall’estate del 2019, con il lockdown quasi alle spalle, si impegna per un ritorno progressivo a teatro. Nel 2022 debutta con lo spettacolo su Milva “L’ultima nuvola rossa”. Nel 2023 ha debuttato in «Aria di Musical» con grandi consensi di pubblico e critica. 

 

 Informazioni:

È consigliata la prenotazione tramite SMS o Whatsapp al numero 370/3031220 oppure all’indirizzo mail segreteria@nuovoisi.it entro le ore 12.00 del giorno del concerto

 

COSTO DEL BIGLIETTO con assegnazione del posto

Intero €8,00 – ridotto €5,00

Ridotto SOCI N.I.S.I.ArteMusica, under 35, soci Associazione Movimento Lento

Convenzioni: Città Studi e Cooperativa ANFFAS €3,00

Ingresso gratuito ai minori di 12 anni e ospiti cooperativa Anffas

Tesseramento annuale N.I.S.I.ArteMusica €20,00. Per effettuare il tesseramento comunicare al numero di telefono sopra indicato i dati anagrafici al fine della preparazione della modulistica necessaria e della tessera che sarà consegnata nelle date dei concerti. 

Per diventare Amici o Sostenitori dell’Associazione contattare i recapiti indicati.

 

Ore 18.00 Visita guidata alla mostra Selvatica €8,00 per il pubblico che prenota il posto al concerto.

 

Aperitivo con Slow Food Travel Montagne Biellesi con offerta minima di €10,00 contestualmente al pagamento del biglietto d’ingresso al concerto. 

 

N.I.S.I.ArteMusica

Cell.370/3031220     333/8180066   segreteria@nuovoisi.it

 

Calendario dettagliato della rassegna:

www.suoniinmovimento.it

Social media:

Facebook NISI Arte Musica

Facebook Retemusealebiellese

Instagram@nisi_artemusica

www.atl.biella.it/rete-museale-biellese 

 

Tags: arte, concerti, Concerto, cultura, festival, spettacoli, Spettacolo Categories: cultura, Musica
share TWEET PIN IT SHARE share share
Related Posts
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *