Viaggio in Italia per Panorami Sonori 2023 con la presenza dell’ospite speciale: Floraleda Sacchi

11/10/2023 210 0 0

Sabato 14 ottobre, Castello di Roppolo- ore 18:00

Per l’appuntamento di sabato 14 ottobre Panorami sonori propone un affascinante Viaggio in Italia protagonista un’ospite d’eccezione Floraleda Sacchi, riconosciuta dalla critica come una delle più interessanti arpiste sulla scena internazionale, in dialogo con il violoncello di Camilla Patria. Sarà un percorso attraverso i secoli della nostra storia musicale, dal ‘700 ad oggi, toccando generi e compositori tra loro distanti sia temporalmente che stilisticamente, ma che presentano tutti qualcosa di comune: la forte impronta della cantabilità e dello stile italiano, un elemento quasi magico difficilmente descrivibile a parole eppure perfettamente riconoscibile all’orecchio. Perfetto per esprimere questa alchimia il binomio fra i due strumenti protagonisti del concerto: le sonorità calde ed espressive del violoncello, che tra gli strumenti presenta il timbro che più si avvicina alla liricità della voce umana, sono sostenute e suggellate dal tocco cristallino e angelico dell’arpa, che ci trasporta subito in quella che sembra un’altra dimensione e dona una luce unica all’ambiente sonoro. In programma ci saranno musiche di Leoncavallo, Castelnuovo-Tedesco, Dall’Abaco, Tedeschi, Carrara, Rota, Morricone. E la prima esecuzione assoluta del brano di Andrea Castagnoli, uno dei giovani compositori under 35 che – all’interno del progetto di Nuovi percorsi Sonori – ha ricevuto la commissione in collaborazione con la Cattedra di Composizione del Conservatorio di Torino. La Cena green con l’Artista sarà questa settimana alla Trattoria Torello (Roppolo, via G. Massa 2, prenotazione obbligatoria, info e prenotazioni 0161 987133): una nuova occasione per il pubblico per incontrare da vicino gli artisti ascoltati in occasione del concerto.

Il Programma

Ruggiero Leoncavallo (1857-1919) Sérénade per violoncello e arpa
Luigi Maurizio Tedeschi (1867-1944) Elegia op. 22 per violoncello e arpa
Giuseppe Clemente Dall’Abaco (1710-1805)Capricci I e IV da 11 Capricci per violoncello solo -Introduzione-Tempo giusto,Aria-Andante Fermo Bellini (1804-1865) Nocturne op. 12 per violoncello e arpa
Andrea Castgnoli (prima esecuzione assoluta) Introduzione e Polka per violoncello e arpa
Cristian Carrara (1977): Looking for Clara Schumann (arr. dell’autore per violoncello e arpa)
Nino Rota (1911-1979) Il Padrino (arr. dell’autore per arpa)
Ennio Morricone (1928-2020) Morire e Viverti, Tema d’amore

Floraleda Sacchi è riconosciuta dalla critica come una delle più interessanti arpiste sulla scena internazionale “Floraleda s’inventa un capitolo affascinante della storia moderna dell’arpa” (La Repubblica), “la miglior arpa che abbiate mai sentito” (American Record Guide) “l’arpa di Floraleda si sposa particolarmente bene alla logica minimalista” (The Indipendent)…  Floraleda ha inciso oltre trenta album, molti dei quali per le principali major discografiche (Decca, Deutsche Grammophon, Universal Music, Brilliant Classics, Tactus, ecc.). Ha vinto 16 premi in competizioni musicali internazionali e ha suonato come solista in importanti sale e festival, tra cui: Carnegie Hall-Weill Recital Hall e Palazzo delle Nazioni Unite (New York), Gewandhaus- Mendelssohn Saal (Lipsia), Konzerthaus-Kleiner Saal (Berlino), Auditorium Binyanei Hauma (Gerusalemme), Sala Verdi (Milano), Prefectural Hall Alti (Kyoto), Salle Varèse (Lione), Gasteig (Monaco), Concerts de la Croix Rouge (Ginevra), Gessler Hall (Vancouver), Glenn Gould Studio (Toronto), River Concert Series (Washington), Società del Quartetto Milano, Festival Musica no Museo (Rio de Janeiro), Auditorium della Conciliazione (Roma), Festival de Carthage (Tunisi), Quintai Hall (Cina), ecc. È stata solista con numerose orchestre in tutto il mondo anche in importanti trasmissioni radio-televisive (per es. il Concerto di Natale trasmesso in mondovisione dalla RAI dove si è esibita accompagnata dall’Orchestra Giovanile Italiana).  Tra le collaborazioni in qualità di solista con orchestra vanno ricordati anche i seguenti progetti: nel 2014 ha registrato e presentato in prima esecuzione un concerto per arpa e orchestra d’archi composto da Manuel De Sica con la Filarmonica Toscanini (edito in CD per Brilliant Classics). Nel 2018 ha presentato un nuovo concerto dedicato a lei dalla compositrice Claudia Montero. Registrato con la City of Prague Philharmonic Orchestra il concerto è stato pubblicato nell’album “Magica y Misteriosa” che ha ottenuto il Latin Grammy nel 2018 come Best Classical Album. Nella musica contemporanea Floraleda ha eseguito le prime dei concerti per arpa e orchestra “Slovo O” di Peter Machjdik (2013) e “Loreley Impressionen” di Howard Blake (2021). Tra i progetti personali va ricordato il suo arrangiamento delle “Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi (in cui l’arpa sostituisce il violino solista) eseguito varie volte in Europa e Canada con notevole successo di pubblico e critica ed edito in CD da Amadeus Arte/Naxos USA nel 2021. Dal 2015, accanto al repertorio classico, intraprende un nuovo percorso più personale nel fare musica, componendo propri brani e applicando elettronica, looper ed effetti all’arpa, per sviluppare un suono estremamente personale e una nuova identità artistica. Il suo primo progetto in questa direzione, “Darklight” (2017) ottiene unanimi consensi ed entra nelle classifiche classiche di vari paesi del mondo, portandola in tour in Australia, Spagna, Cina e Nord America. I suoi ultimi progetti discografici (“Oltremare”, “Johann Johannsson”, ecc) hanno ottenuto grande apprezzamento confermandola come una tra le arpiste con il maggior numero di ascoltatori ricorrenti che le permettono di superare il milione streaming all’anno. Floraleda ha composto musica per il teatro e il cinema. Tra i vari progetti va ricordato “Donna non rieducabile” (con Ottavia Piccolo). Lo spettacolo ha superato le 170 repliche (dal Parlamento Europeo di Buxelles ai principali teatri italiani) ed è stato trasformato da RAI 2 in un film, presentato alla 66° Biennale del Cinema di Venezia e commercializzato in DVD da PromoMusic. A 21 anni ha ottenuto il premio Harpa Award (Praga, 1999) per il suo libro su Elias Parish Alvars (Odilia Publishing), autore romantico per cui è tutt’oggi considerata l’esperto di riferimento. I suoi articoli sono apparsi in tutto il mondo su testate giornalistiche specializzate contribuendo alla riscoperta di vari autori. Ha studiato al Conservatorio di Como e si è perfezionata in Germania, Stati Uniti e Canada con Alice Giles, Alice Chalifoux e Judy Loman. È docente di arpa al conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia e ha tenuto masterclass in importanti istituzioni in Europa, Stati Uniti e Giappone.

Camilla Patria inizia gli studi di Violoncello al Conservatorio di Torino nel 2006 con il padre e poi con Massimo Macrì, diplomandosi nel 2014 con Lode. Prosegue i suoi studi presso il CSI di Lugano con Enrico Dindo, conseguendo nel 2017 il Master of Arts in Music Performance e presso il Conservatorio di Torino ottenendo nel 2020 il Diploma Accademico di II livello in Musica d’Insieme con Lode. Si è esibita come solista con orchestre quali Orchestra Filarmonica di Stato di Craiova, Orchestra Camerata Ducale di Vercelli, Orchestra Camerata Vienna e Orchestra di Sanremo interpretando l’Adagio con Variazioni di O. Respighi e i due concerti di F. J. Haydn. Si è perfezionata come solista e camerista con artisti di chiara fama quali: Bruno Canino, Bruno Giuranna, Natalia Gutman, Thomas Demenga,Umberto Clerici, Enrico Bronzi, Lukas Hagen, Andrea Lucchesini, Enrico Pace. Nel 2015 vince il Primo Premio al Premio Crescendo VI edizione – Sez. Archi. Nel 2015 e 2016 vince la borsa di perfezionamento “Talenti Musicali, Fondazione CRT”. Nel 2017 partecipa come borsista a “Professione Orchestra” realizzato dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, e “Obiettivo Orchestra” della Filarmonica del Teatro Regio di Torino, vincendo per quest’ultimo l’audizione finale come prima idonea. Ha collaborato e collabora con varie realtà, tra le quali: l’Ensemble del Teatro Grande di Brescia, l’ensemble Sentieri Selvaggi, l’Orchestra Teatro Regio Torino, l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra I Pomeriggi Musicali, LaFil Filarmonica di Milano, l’Orchestra Camerata Ducale, l’Orchestra del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo. Nel 2019 fonda il Duo InContra insieme al contrabbassista Tommaso Fiorini, con il quale ha all’attivo numerosi concerti per importanti organizzazioni quali MantovaMusica, LakeComo Festival, MiTo Settembre Musica, BrianzaClassica, A.Gi.Mus di Firenze, Roma e Grosseto, Associazione Cameristica di Varese. Hanno ottenuto il Primo Premio Assoluto al Premio Crescendo 2020, il Primo Premio al 22° Concorso Musicale Premio Placido Mandanici ottenendo anche il Premio Speciale Michele Giamboi per aver dato “maggior prova di sensibilità interpretativa e dedizione verso l’arte musicale” e il Primo Premio al MAP International Music Competition 2021 (Los Angeles, USA). Dal 2020 è membro del Morgen Piano Trio con il violinista Nicola Marvulli e la pianista Tiziana Columbro. Numerose le loro esecuzioni in prestigiose sedi in Italia e all’estero, tra cui il Musikverein di Vienna, in Spagna l’Ateneo Musical de Burgos, l’Ateneo Musical Mirandés, la Sociedad Filarmonica Castellana, in Italia l’Unione Musicale di Torino, l’Accademia Filarmonica di Messina, l’Emilia Romagna Festival, la Fondazione Franco Michele Napolitano di Napoli, il Festival Caelium Classica contemporanea di Ceglie Messapica, la Camerata Musicale Salentina, il festival Camogli in Musica. Nel 2022 l’ensemble è stato semifinalista nell’ambito della XXI edizione del concorso Premio Trio di Trieste. Il trio si perfeziona con il M.o A. Valentino presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino e con il Trio di Parma nell’ambito del Master annuale di Alto Perfezionamento in Musica da Camera del Conservatorio “A. Boito” di Parma. Dal 2021 coordina la direzione artistica della rassegna concertistica “Panorami sonori” dell’associazione Nuovo Insieme Strumentale Italiano. Attualmente è docente di Musica da Camera presso il Conservatorio “F.Vittadini” di Pavia.  

Informazioni:

cell. 370/3031220  333/8180066
Calendario completo della rassegna: www.suoniinmovimento.it segreteria@nuovoisi.it
facebook suoniinmovimento
facebook. Retemusealebiellese
Instagram @suoni_in_movimento
Per i vostri soggiorni nel Biellese www.atl.biella.it/dovedormire.  www.at.biella.it/dove-mangiare

Tags: arte, Concerto, evento, festival, musica, musicisti Categories: GingerNews, Musica
share TWEET PIN IT SHARE share share
Related Posts
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *