Emera Film porta su CHILI due cortometraggi che scavano nell’anima

Emera Film porta su CHILI due cortometraggi che scavano nell’anima

11/03/2021 204 0 0

Emera Film porta su CHILI due cortometraggi che scavano nell’anima:

Emera Film torna su CHILI (www.chili.com) con due corti prodotti da Diego Loreggian per RedString Pictures ed entrambi diretti da un brillante Lazslo Barbo: Respira, un corto fantasy con Gabriele De Pascali, Salvatore Striano, Angela Salmaso, Marianna Di Martino, Daniele Monterosi, Beatrice Vitullo, Monica Bonechi, Diana Esperalda Abreu e Federico Nannipieri; e Doppia luce ambientato in una Roma dai toni dark, in cui una detective indaga su crimini efferati affidandosi sulle proprie capacità psichiche: come racconta lo stesso regista “è una storia di sopravvivenza, di sopravvivenza ai propri incubi”. Nel cast Angela Salmaso, Camilla Filippi, Salvatore Striano, Giuseppe Zeno, Anna Ferzetti, Paolo Romano, Emily Shaqiri, Hal Yamanouchi, Jun Ichikawa, Paolo Stella, Giorgio Colagel, Luca Ward, Diego Pleuteri. Un corto che ha vinto 35 Festival, in circa 50 selezioni ufficiali sia nazionali che internazionali, tra i quali 2 premi a Cortinametraggio come Premio del Pubblico e Miglior Colonna Sonora, 8 premi come Miglior Cortometraggio e 3 premi come Miglior Attrice protagonista tra i quali il Los Angeles Film Fest.

Share  Mar 11, 2021     Posted By Lorenza Somogyi Bianchi     Cinema Archivio, In Corso Emera Film porta su CHILI due cortometraggi che scavano nell’anima

Respira

Un uomo si ritrova in una vallata popolata da figure allegoriche della sua vita durante un momento particolare della sua esistenza. Dovrà affrontare i suoi errori e i suoi rimpianti per proseguire il suo viaggio: “La Vita è come un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Quindi canta, piangi, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi“.

Share  Mar 11, 2021     Posted By Lorenza Somogyi Bianchi     Cinema Archivio, In Corso Emera Film porta su CHILI due cortometraggi che scavano nell’anima

Doppia luce

Francesca Swart è un’investigatrice privata di 33 anni dal comportamento oscuro e controverso che possiede un dono: tramite il contatto con gli oggetti, le appaiono davanti agli occhi delle fugaci visioni, dei lampi di luce, immagini legate alla persona a cui sta dando la caccia. Il prezzo da pagare è un carico di disperazione, un’angoscia che accompagna queste visioni, e che alberga nei cuori di quanti sono coinvolti nei crimini.

Categories: Cinema, Visioni
share TWEET PIN IT SHARE share share
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *