Stem Cell: quando il cinema riesce e divulgare i grandi temi della Sanità

07/08/2020 112 0 0

18 Agosto ore 21:00: dopo aver raccolto numerosi premi e riconoscimenti in tutto il mondo, viene presentato in anteprima al Cinema Arena Re di Campofelice di Roccella (Palermo) Stem Cell di Giuseppe Di Giorgio con lo stesso Di Giorgio nei panni del Commissario Aliprandi e con Roberta Barbiero, Pietro Sala, Alberto Sette, Lorenzo Marangon, Monica Russo, Marco Speziali, Elisa Potenza, Jessica Resteghini, Luca Gatta, Enzo Stasino, Piergiuseppe Francione. E con la partecipazione amichevole di Vera Castagna e Luca Varone.

Un brillante neurochirurgo viene trovato assassinato nella sua stessa sala operatoria. Il quadro è raccapricciante. Chi lo ha ucciso ha usato gli stessi strumenti della sua specialità. Chi è l’assassino? Uno psicopatico? Qualcuno interno all’istituto? Il commissario Lorenzo Aliprandi e la sua squadra della sezione omicidi si ritroveranno in una lotta contro il tempo per fermare il killer che non smette di uccidere usando la medesima efferata modalità e accanendosi su altri camici eccellenti senza lasciare alcuna prova alle spalle se non una scia di sangue.

Tratto dall’omonimo romanzo di Paolo Gaetani, neurochirurgo di professione, Stem Cell affronta i grandi temi della Sanità e delle sue Istituzioni. Con un’attualità mai tanto pregnante come in questi giorni. Il cinema così completa la narrativa e si fa potente strumento di approfondimento e divulgazione, racconta le domande, propone risposte. Grazie ai potenti strumenti di un ritmo da thriller incalzante e ad una fotografia accurata  e a tinte forti.

Accanto al tema principale si dipanano assieme ai crimini gli intrighi, i voltafaccia, gli interessi economici, le storie e le psicologie di tutti i personaggi.

Il film è prodotto da Alessandra Montini, Giuseppe Di Giorgio e Maurizio Sala, a cui è stata affidata anche la direzione della fotografia e la cosceneggiatura assieme a Roberto Attolini.

Vale la pena segnalare che gran parte delle scene del film sono state girate all’interno di reali istituti ospedalieri, principalmente presso la Fondazione Casimiro Mondino di Pavia. Le sale operatorie, invece, sono state messe a disposizione dall’I.R.C.C.S. Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia e dal Collegio Borromeo di Pavia.

Categories: Cinema, GingerNews
share TWEET PIN IT SHARE share share
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *