This is not cricket: la naturalezza dell’integrazione fra i ragazzi

22/01/2020 166 0 0

Un film per comprendere come il problema del razzismo è degli adulti, non dei ragazzi

23 gennaio, ore 19: al Liceo Aristofane di Via Monte Resegone – all’interno del Cineforum a cura di Alberto Crespi – i gruppi Scuola di Italiano per Stranieri e Terza Visione di Grande come una città regalano un viaggio nella ricchezza dell’integrazione, quella vissuta, con la proiezione di This is not cricket di Jacopo de Bertoldi. Presentato con emozione e successo ad Alice nella Città – Festa del Cinema di Roma, il documentario – nato e cresciuto a Piazza Vittorio – transita così dal popolarissimo Tufello prima di approdare in sala per il grande pubblico. Una preziosa occasione di riflessione e dibattito sulla naturalezza dell’integrazione fra i ragazzi. This is not cricket è, infatti, la storia, seguita passo passo nel corso di oltre 10 anni di vita e di riprese, di Fernando, romano di Piazza Vittorio, e del suo migliore amico Shince, romano di origine indiana. Seguirà un incontro con il curatore del Cineforum Alberto Crespi, Chiara Nano, il regista Jacopo de Bertoldi e gli attori del film Shince Thomas e Fernando Cittadini.

 

La Roma multietnica di piazza Vittorio fa da sfondo al film le cui riprese hanno seguito i due amici da quando erano bambini fino all’età adulta in un appassionante racconto di amicizia e integrazione. Costruito come un diario con la voce narrante di Fernando, racconta la storia del Piazza Vittorio Cricket Club, nato grazie al lavoro di due allenatori con ragazzi di origini diverse, molti dei quali figli di famiglie provenienti dal sud est asiatico.

Quando anni fa ho conosciuto Shince e Fernando – ha confessato Jacopo de Bertoldi – non sapevo che sarebbero diventati i protagonisti di questo documentario. In Italia scoppiava in quel periodo la questione migratoria e si cominciava ad avvertire la propaganda xenofoba delle destre…

This is not cricket è una storia fatta di piccole quotidianità, è il percorso formativo di due ragazzi che come tanti altri, affrontano la vita con la capacità viva di sognare senza lasciarsi abbattere dalle difficoltà. ”.

Il film sarà proiettato con sottotitoli in inglese per tutta la durata e sottotitoli in italiano per le parti non in lingua italiana.

Il cineforum dell’Aristofane, attivo ormai da più di 7 anni, è un importante momento di cultura in cui la scuola si apre al territorio e diventa un luogo di dibattito e di riflessione per studenti, professori e per chiunque voglia contribuire attivamente al confronto e alla riflessione. Si avvale della prestigiosa collaborazione del critico Alberto Crespi che sin dall’inizio ha contribuito a curare sia la scelta dei film che la loro presentazione.

Quest’anno il tema della rassegna di film è “Resistenze (non solo fili elettrici)” e si propone di trattare l’argomento analizzandolo da punti di vista diversi e originali. Il film documentario This is not cricket è il terzo in programma dopo “Qualcuno volò sul nido del cuculo” e “Star Wars. A new hope”.

Categories: Cinema, cultura, Il Mondo Intorno, Visionari
share TWEET PIN IT SHARE share share
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *