Asiya dal Kazakistan

29/11/2019 87 0 0

Lei è Asiye, lineamenti orientali: viene dal Kazakistan. Un amore per l’Italia nato alcuni anni fa. Ora collabora con un’etichetta italiana.

 Ciao Asiya e ben trovata in Italia! Raccontaci un po’ di te e come mai sei qui

Ciao a tutti e grazie mille! Mi chiamo Asiya, ho 23 anni, sono una cantautrice e vengo dal Kazakistan. Adesso sono in Italia perché ho appena finito il corso per interpreti al CET (Centro Europeo Toscano) diretto da Mogol e anche perché poco tempo fa ho iniziato a lavorare con l’etichetta discografica italiana Giuro. Ma la prima volta che sono venuta in Italia è stato 5 anni fa…per amore. Ero fidanzata con un ragazzo italiano che ho conosciuto in Kazakistan. Ora ci siamo lasciati ma il mio amore per l’Italia è rimasto per sempre.

Sei giovanissima! Qual è il tuo percorso artistico fino ad oggi?

Ho iniziato a cantare quando avevo 4 anni, dall’età di 6 anni suono il pianoforte e da 14 scrivo canzoni. Da piccola imitavo Britney Spears, che era la mia cantante preferita. Mia mamma e mia nonna, vendendo il entusiasmo, mi portarono a lezione di canto e da allora non ho mai smesso di studiare la musica. Dal 2013 al 2016) ho suonato con un musicista italiano famoso in Kazakistan che si chiama Son Pascal come tastierista e back vocals. Abbiamo fatto sia piccoli concerti (e anche matrimoni!) , che gli stadi con 35 mila persone. Poi  mi sono laureata in pianoforte e sono venuta in Italia per studiare Comunicazione allo IULM di Milano. Poco dopo ho smesso per dedicarmi totalmente alla musica. Tramite Son Pascal e il corso di compositori che ho fatto alla scuola di Mogol nel 2017 , ho conosciuto i miei manager attuali dalla Giuro con i quali poco tempo fa abbiamo fatto uscire “Mi manchi” il mio primo singolo italiano.

Ecco, è appena uscito questo tuo primo singolo italiano “Mi manchi” con l’etichetta Giuro. Ce ne parli un po’?

Mi manchi è una canzone che ho scritto insieme a Son Pascal e Davide Napoleone. All’inizio è stata scritta per Pascal. Eravamo su un aereo e abbiamo pensato di scrivere, per gioco, una canzone prendendo ispirazione da “E penso a te” di Lucio Battisti elencando diverse cose che si fanno mentre una persona ti manca. Poi l’abbiamo sviluppata e ci è piaciuta molto.  Dopo un po’ di tempo quando ho deciso di registrarla…e mi sono accorta che la storia di questa canzone è diventata la mia realtà perché io stavo passando un break up importante, dopo 4 anni di relazione. Mentre registravo la voce ho dovuto fermarmi un paio di volte perché le emozioni erano talmente forti in quel momento…che non riuscivo a proseguire.

Quali sono invece i tuoi prossimi progetti ?

Nei miei prossimi progetti c’è la preparazione del nuovo singolo per l’Italia e anche un nuovo EP per il Kazakistan. Dovrei girare un paio di video musicali e fare tutta la preparazione per le prossime release. Voglio anche riavviare i miei studi all’università, anche se non nell’immediato.

Nella tua musica, t’ispiri a qualche altro/a artista? Che genere ami e ascolti?

Mi piace molto giocare con vari generi musicali. Secondo me è la parte più divertente sia in studio e che nella scrittura in generale. Mi piacciono diversi generi ma ascolto poco la musica metal, ad esempio, anzi quasi mai, forse è un po’ troppo “pesante” per me!  Ultimamente mi piace ascoltare Maggie Rogers, FKJ, Anderson Paak, Venerus, Calcutta, Jorja Smith, Mark Ronson, James Bay …

In Kazakistan, il tuo paese, che progetti hai e cosa dicono della tua avventura italiana?

In Kazakistan quest’anno ho fatto uscire un EP di 5 canzoni, adesso voglio far uscire altri pezzi e un video . Vorrei creare un forte legame  musicale e culturale tra i nostri due paesi, perché . può non sembrare ma ci trovo molte somiglianze. In Kazakistan la gente ama l’Italia; tutto ciò che è fatto in Italia, è sinonimo di buona qualità. La generazione dei miei genitori, ad esempio ammira tutti gli artisti Italiani degli anni ‘70-’90, sopratutto quelli che hanno partecipato al festival di Sanremo. Perché al tempo era l’unica trasmissione straniera che si poteva vedere sulla TV della USSR.

Su quali canali social possiamo ascoltare la tua musica e leggere le tue news?

Il primo singolo Mi manchi è uscito su tutte le piattaforme digitali e sui digital stores. Le mie news le potete trovare sulla mia pagina facebook, su quella instagram (@asiyamusic) e su yotube. O su Facebook (https://www.facebook.com/asiyamusica/).

Ti vedremo presto di nuovo in Italia? Tienici aggiornati…

Si! Sarò qui spesso…in quest’ultimo viaggio ho conosciuto tante persone buone che hanno un’anima bella e che sono diventati miei cari amici. Poi da noi in Kazakistan fa mlto freddo, siamo già a  meno 20C , e quindi spero di tornarci presto per riscaldarmi un po’ !

Categories: Interviste, Musica
share TWEET PIN IT SHARE share share
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *